DS3 1.2 PureTech 110 EAT6

Sposa bene l'automatico

La nuova DS3 con EAT6

La nuova DS3 (già niente più Citroen) debutta con il nuovo cambio automatico EAT6 a sei rapporti con convertitore di coppia in abbinamento al motore 1.2 PureTech da 110 cavalli; previsti per lei molti aggiornamenti estetici e non, e questo è il primo.
Il fenomeno DS 3, dopo aver venduto 330.000 esemplari nel mondo, guadagna un moderno cambio automatico, che si avvia a mandare in pensione l’elettroattuato ETG (rimarrà disponibile solo sul benzina da 82 CV). Si tratta del sofisticato convertitore di coppia per motori trasversali a sei rapporti sviluppato da Aisin già presente su DS4 e DS5,. Un cambio al passo coi tempi, che secondo i tecnici DS ha permesso di ridurre del 40% i tempi di cambiata rispetto al vecchio elettroattuato, ma anche i consumi (- 20%) grazie a minori attriti interi e ad una migliore efficienza di funzionamento complessiva.
GUARDIAMOLA MEGLIO

Fari Full LED su DS3

L'introduzione del nuovo EAT6 è stata l’occasione per concedere alla DS3 anche qualche piccola novità estetica. Sparisce del tutto il logo “Citroen” dal portellone posteriore, che fino ad oggi compariva sotto al marchio DS e debutta l’inedito marchio “DS 3” nell’angolo inferiore destro. Arriva inoltre la nuova tinta verde smeraldo Emeraude, veramente originale, disponibile per tetto e dettagli interni. La versione Cabrio guadagna nuove finiture in tinta con la carrozzeria nella zona del lunotto posteriore, che rendono più originale il tetto apribile in tela. DS3 continua naturalmente a puntare sulle possibilità di personalizzazione, grazie a 68 combinazioni di colori diverse per tetto e carrozzeria. All’anteriore infine ritroviamo i sofisticati fari xeno-led con gli indicatori di direzione a scorrimento.
 
Anche dentro però c’è qualche novità. Il sistema multimediale guadagna uno schermo touch, che ha permesso di eliminare il pannello di controllo inferiore. Al suo posto è spuntata una plancia molto più pulita con un piccolo vano. Sempre ben fatti gli interni, con materiali lucidi e di qualità, ben assemblati. La leva del cambio presenta ancora innesti segmentati e che il pomello cromato dona un tocco di eleganza in più all’abitacolo.
COME VA
Il 1.2 PureTech prende vita nella massima silenziosità e con un minimo accenno di vibrazioni, per la verità quasi impercettibile, tanto che scompare non appena ci si mete in marcia. Grazie ad una coppia di 205 Nm, subito disponibile a 1.500 giri, questo motore rende la DS 3 agile e frizzante in città. Non è un motore che cerca la prestazione assoluta (per questo scopo si può scegliere il 1.6 turbo THP con 165 CV), ma pensato per la guida rilassata, per chi cerca grande comfort e consumi contenuti. Il merito dell’ottima elasticità, garantita dal turbo a geometria variabile, cgarantisce un’erogazione molto lineare e sempre presente.
Il nuovo automatico è dolcissimo negli innesti, che nella guida rilassata fuori città sono impercettibili e rapidi al punto giusto. Questo automatico esalta le doti del 1.2 turbo e tiene a bada molto bene i consumi, grazie a logiche di cambiata pensate in chiave dell’efficienza. Nella guida tranquilla la marcia superiore viene innestata già a 2.000 giri, in maniera talmente dolce e naturale che si fa fatica ad accorgersene.
Su DS3 questo automatico nasce per privilegiare il massimo comfort, e ci riesce molto bene. Una guida tranquilla e rilassata è il modo migliore per godersi questo cambio e il viaggio nella massima comodità.
CONCLUSIONI
DS 3 continua la sua evoluzione regalandosi un cambio automatico all’altezza delle aspettative; il moderno convertitore a sei rapporti si sposa perfettamente all’indole del 1.2 PureTech da 110 CV. Dolce, veloce e con logiche di gestione ben studiate, è pensato per la guida tranquilla e per chi cerca il massimo comfort di guida.