Diesel, prospettive future e nuove realtà

I motori diesel continuano ad essere "osservati speciali" ma dagli esperti arrivano segnali tranquillizzanti sul loro futuro, che prevede una riduzione degli inquinanti intorno al 20% prevista nei prossimi anni.

Una delle vie quasi obbligate per raggiungere questi risultati sarà l'unificazione dei sistemi di post-trattamento dei gas di scarico con iniezione di urea (dettti anche SCR) una delle soluzioni più efficaci per abbattere gli NOx. Gli specialisti del settore lavorano però anche ad un miglioramento della parte funzionale dei motori - come turbine e sistemi d'iniezione - oppure a soluzioni, come l'ibridizzazione 'leggera' con sistemi a bassa potenza, che sono molto efficaci e che, nel caso delle auto di piccola taglia, possono consentire il raggiungimento dei limiti senza ricorrere all'SCR.

DS3 1.2 PureTech 110 EAT6

Sposa bene l'automatico

La nuova DS3 con EAT6

La nuova DS3 (già niente più Citroen) debutta con il nuovo cambio automatico EAT6 a sei rapporti con convertitore di coppia in abbinamento al motore 1.2 PureTech da 110 cavalli; previsti per lei molti aggiornamenti estetici e non, e questo è il primo.
Il fenomeno DS 3, dopo aver venduto 330.000 esemplari nel mondo, guadagna un moderno cambio automatico, che si avvia a mandare in pensione l’elettroattuato ETG (rimarrà disponibile solo sul benzina da 82 CV). Si tratta del sofisticato convertitore di coppia per motori trasversali a sei rapporti sviluppato da Aisin già presente su DS4 e DS5,. Un cambio al passo coi tempi, che secondo i tecnici DS ha permesso di ridurre del 40% i tempi di cambiata rispetto al vecchio elettroattuato, ma anche i consumi (- 20%) grazie a minori attriti interi e ad una migliore efficienza di funzionamento complessiva.

C4 Cactus

Francese anticonformista

Nuova C4 Cactus, provala in Stilcar SpA!

Anticonformista, sì. Una macchina con cui Citroën non ha avuto paura a sfoggiare soluzioni tecniche e stilistiche all'avanguardia ed a volte criticate, ma di indubbia utilità e praticità.
Con C4 Cactus Citroën ha riportato in primo piano lo spirito innovativo della marca.

Gli airbump sulla fiancata non sono un escamotage estetico gratuito, ma una soluzione funzionale che limita, se non annulla, le spese per piccoli urti e permette comodi cambi di look quando più lo si desidera. La collocazione degli airbag nel tetto libera, in maniera altrettanto funzionale, spazio nella plancia per ricavarne un grande cassetto portaoggetti davanti al passeggero. Sono solo alcune delle innovative soluzioni che Citroën è riuscita a creare per risolvere piccoli problemi nella vita degli automobilisti di tutti i giorni.

IL NUOVO CODICE DELLA STRADA

Cambiamenti, migliorie e sorprese

Dopo due anni di lavori entra in vigore il nuovo codice della strada.

Tra le principali novità vi è la possibilità per i minori tra i 16 e i 18 anni, se in possesso del patentino e con un mezzo omologato per due persone, di trasportare un passeggero sul motorino, ancor meno tolleranza per la guida in stato di ebbrezza (divieto assoluto per i conducenti con meno di 21 anni, per chiunque abbia la patente da meno di tre anni e per tutti i professionisti del volante), oltre ai divieto per i locali pubblici (che dovranno dotarsi di un etilometro) di vendere alcool tra le 3 e le 6 del mattino. Sempre meno tolleranza in ogni campo per diminuire sempre di più il tasso di mortalità sulle strade.

Assicurazioni telematiche

Che sia la volta buona?

Assicurazioni online, convengono?
Prendiamo una semplice polizza assicurativa, aggiungiamo GPS e rete dati cellulare ed avremo come risultato un'assicurazione telematica.

Questi elementi sono sempre più utilizzati in quanto il loro posizionamento a bordo del veicolo garantisce nella totalità dei casi una considerevole riduzione del costo dell'assicurazione. Ma come funzionano? E, sopratutto, convengono veramente?

DS5, addio Citroën

Aggressivo ed elegante il frontale della nuova DS5
Cambia la Citroën DS5, che si vedrà in anteprima al Salone di Ginevra. Ma sarebbe meglio dire semplicemente DS5: da ora in poi DS diventa un marchio a se stante, caratterizzato da modelli di maggior pregio e originalità.

La rivisitazione estetica di questo modello uscito nel 2011, è giocata proprio su questo (ed è tutto sommato limitata): tra i due fari c'è ora una griglia che racchiude il logo DS, con una cromatura ai lati che viene ripresa nella parte inferiore del paraurti, ai lati del cofano e nei sottoporta. I fari sono inediti, caratterizzati da una tecnologia mista xeno-led. Gli indicatori di direzione sono definiti “sequenziali”: si illuminano descrivendo lo scorrimento di una freccia.